L’importanza di un blog aziendale per un brand

Probabilmente ti aspetti che io consideri il blog aziendale un imperativo categorico per qualunque brand che si rispetti. In realtà la prima cosa che voglio dirti è questa: piuttosto che avere un blog trascurato e gestito in modo casuale è molto meglio non avere nulla.

Essere online non è importante, ciò che conta è esserlo nel modo giusto. Troppo spesso alcune aziende, captando consigli a destra e a sinistra, decidono che la scelta migliore sia aprire un blog e farlo gestire, nei ritagli di tempo si intende, alla segretaria o alla figlia universitaria. Permettimi di dirti che questa è sicuramente la scelta peggiore per il tuo brand e per la tua povera segretaria 😉

Un blog aziendale infatti è uno strumento da usare con cura: deve essere fatto crescere con pazienza ed impegno, individuando prima degli obiettivi concreti e realizzabili. Perciò ora ti svelo che cosa può fare un blog aziendale per te.

 

blog aziendale

I motivi per cui dovresti avere un blog aziendale

Raccontare al pubblico che ti segue sul web o a tutti coloro che ti trovano per la prima volta chi sei e quali sono i valori della tua azienda.

Coinvolgere il lettore, portandolo per mano a scoprire il tuo mondo, indicandogli che cosa puoi fare per lui concretamente

Socializzare, stabilendo un contatto diretto con il tuo lettore.

Diventare opinion leader nel nostro settore di azione. E’ importante comunicare in che cosa sei diverso rispetto ai tuoi competitor e perché le persone devono sceglierti. Mostra le tue competenze, il tuo valore aggiunto che ti rende unico!

Fare branding: ogni post ben scritto sul blog ti permetterà di farti conoscere sul web, invogliando le persone a continuare a seguirti e leggerti.

Posizionarsi sul web: il blog infatti è un ottimo strumento per il posizionamento del tuo brand. Oltre a scrivere articoli di qualità sul blog però serve realizzare una strategia ad ampio spettro che comprenda anche l’elaborazione di guest post, video informative, infografiche etc.etc.

Vendere: se svolgi in modo serio e coerente il tuo lavoro, ci saranno ottime probabilità che i lettori si fidino di te, considerandoti un punto di riferimento. Da qui manca solo l’ultimo gradino: trasformare i lettori in clienti e fidelizzarli nel tempo.

 

blog aziendale

Che cosa serve avere per aprire un blog aziendale

Dopo averti tentato, parlandoti delle numerose opportunità che potrai cogliere, aprendo e gestendo con cura un blog aziendale, ora devo confessarti tutta la verità e nient’altro che la verità. Aprire un blog aziendale comporta una serie di impegni e di figure professionali idonee a svolgere in modo serio ed efficace questo lavoro.

Avviare un blog infatti richiede impegno, tempo e soprattutto qualcosa da dire. Troppo spesso alcune persone si lasciano prendere dall’entusiasmo e decidono di aprire un blog così, in modo del tutto emotivo e casuale. Se si trattasse di uno spazio tipo “caro diario”, a scopo puramente personale e ludico, non avrei nulla da obiettare, ma se vogliamo parlare di lavoro assolutamente no, la strada da seguire non è questa.

I tre ingredienti magici sono:

  • tempo
  • denaro
  • professionalità

Il passo più difficile infatti non è aprire un blog, per questo ti basta qualche giorno, ma poi come procederai? Hai pensato a che cosa vuoi comunicare? Hai del materiale da pubblicare? Chi scriverà i contenuti?

Queste sono domande che devi porti prima di saltare sulla nave dell’entusiasmo! Ma non voglio solo spaventarti, perciò ecco alcuni consigli concreti su come muovere i tuoi primi passi. Un blog aziendale non è come la sezione news di un sito. Deve proporre dei contenuti originali e ben approfonditi, garantendo un numero di pubblicazioni settimanali.

Prima di aprire un blog aziendale, verifica di possedere già del materiale. Un buon archivio fotografico è il miglior alleato con cui accostarsi a questa nuova esperienza. Un blog aziendale infatti non vive di sole parole: i contenuti visual rivestono un ruolo fondamentale! Perciò valuta quale sia il materiale a tua disposizione: per iniziare nel modo migliore servono foto di qualità, sempre ad alta risoluzione, e possibilmente anche qualche infografica. Se invece sei sprovvisto di elementi visual, dovrai rivolgerti a due professionisti: un fotografo e un grafico.

A livello di contenuti invece è importante che tu ti rivolga ad un professionista della comunicazione che sappia capire le tue esigenze e i tuoi obiettivi, guidandoti nel mondo del web. Ciò che devi fare è stabilire quale dovranno essere i messaggi che vorrai veicolare al tuo lettore e condividerli con un professionista che ti aiuterà nell’elaborazione di un piano editoriale mirato e puntuale. E ricorda, scrivere i testi per il tuo blog significa raccontare chi sei e che cosa sogni: sei ancora così sicuro di farlo fare alla tua segretaria ? 😉

Rispondi