Fotografia Europea 2018 a spazio reFactory con Benedetta Falugi

Ci stiamo lavorando da mesi, ma finalmente ora possiamo annunciarlo ufficialmente: quest’anno la mostra di Fotografia Europea 2018 che ospiteremo all’interno di spazio reFactory sarà della fotografa Benedetta Falugi. Già lo scorso anno ti avevamo raccontato di questo importante festival che si tiene in primavera a Reggio Emilia. Durante la nostra prima edizione avevamo presentato la mostra Break Rules Addiction, ma quest’anno le modalità di organizzazione e svolgimento saranno piuttosto diverse. Andiamo con ordine e partiamo dall’inizio: ora ti raccontiamo il concept della mostra, chi è Benedetta Falugi, perché abbiamo scelto proprio questa incredibile artista e come si svolgerà Fotografia Europea 2018 in via Roma.

benedetta falugi fotografia europea

@Benedetta Falugi

Fotografia Europea 2018 in via Roma: un mondo di disordinate follie

La mostra che ospiteremo per questa edizione del Festival si chiama “Un mondo di disordinate follie” e racconta un percorso, sviluppato in 10 foto, fatto di cambiamenti e desideri latenti, sempre pronti a riaffiorare e scatenare ribellioni. Si tratta di un micro mondo in cui le ribellioni vengono percepite come piccole anomalie del sistema “vita”. Luoghi e persone acquistano una nuova centralità e le loro azioni vengono indagate attraverso l’occhio attento e discreto di Benedetta Falugi.

Un mondo delicato, in cui i confini tra aspirazione e realtà si perdono tra granelli di sabbia e giochi in aria. Nulla è escluso o discriminato dallo sguardo di Benedetta che ha la grande capacità di mostrare ciò che si nasconde dietro la polvere delle nostre convinzioni: lo spettatore deve solo fare un passo dopo l’altro, lasciandosi cullare e schiaffeggiare dalla forte veridicità di questi micro mondi.

La mostra inaugurerà venerdì 20 aprile alle ore 19 e sarà visitabile liberamente anche sabato 21, domenica 22, sabato 28 e domenica 29 aprile. La mostra resterà allestita fino all’autunno 2018, ma sarà visitabile in seguito su appuntamento.

benedetta falugi fotografia europea

@Benedetta Falugi

Chi è Benedetta Falugi?

Nata in Toscana, Benedetta Falugi è una fotografa indipendente che ha approcciato il mondo della fotografia in un modo quasi casuale. Il suo incontro con questo mezzo espressivo è folgorante, e il coinvolgimento sempre più intenso. Benedetta ha cominciato una sua personale ricerca che si rivolge soprattutto ai posti che ama e alle persone che vi abitano. I suoi lavori, realizzati su pellicola e caratterizzati da uno stile pulito, denotano una grande capacità di cogliere l’essenza delle cose osservandole senza disturbare.

Una volta scoperta questa passione ha studiato fotografia attraverso vari workshops e come autodidatta. Il suo lavoro è pubblicato in diversi giornali e libri di settore sia cartacei che online ed esposto in varie mostre in Italia e all’estero. Tra i suoi clienti: Visa (New York), Nokia (United Kingdom), i marchi di moda Mal Familie e Noodle Park (Italia).

È un membro del Collettivo di Street Photography Inquadra e le sue foto sono rappresentate dalla prestigiosa agenzia Art+Commerce Agency di New York , collezione Photo Vogue e dalla Galleria d’arte “La Linea”, Montalcino.”

Abbiamo scelto di collaborare con lei per questa edizione di Fotografia Europea in seguito a un primo “incontro virtuale”. Questa è una di quelle piccole magie che capitano ogni tanto nella vita, ma che regalano sensazioni che profumano di infanzia: scoprire e conoscere persone con cui condividi l’amore per la bellezza. E di bellezza nelle sue foto ne abbiamo trovata tantissima: un racconto personale di mondi che si sfiorano con delicatezza, mantenendo però la propria storia. La natura, elemento immancabile, accompagna le persone e gli oggetti nelle loro piccole e grandi esperienze quotidiane: una ribellione silente ed esplosiva, gentile e caustica.

benedetta falugi fotografia europea

@Benedetta Falugi

Fotografia Europea 2018 in via Roma: guida alla visita

Il festival di Fotografia Europea 2018 in via Roma si svolgerà in un modo diverso rispetto agli altri anni. Ci saranno infatti 11 mostre principali, dislocate all’interno di spazi, negozi e case della via, che saranno curate da un team composto da artisti e creativi. Non si parla più di mostre, ma di utopie seguendo il concept del Festival On: “Ribellioni, cambiamenti, utopie”. Molto spesso le ribellioni coltivano il seme dell’utopia e l’obiettivo finale si palesa come irrealizzabile, per questo motivo per questo abbiamo voluto raccontare un micro mondo in cui le ribellioni vengono percepite proprio come utopie.

Oltre alle 11 Utopie, visitabili nel week end inaugurale e in quelli successivi (consigliamo di controllare il programma che si trova come ogni anno sul sito web della Biosteria Ghirba, promotrice del Festival in via Roma), ci sarà anche una serie di eventi collaterali, workshop, incontri, aperitivi e spettacoli dal vivo, in modo da coinvolgere in modo più attivo i visitatori.

In particolare, a spazio reFactory organizzeremo:

  • Colazione con l’artista – sabato 21 aprile dalle ore 10.30, per assistere a una chiacchierata informale con Benedetta Falugi e chiederle tutto ciò che si vuole sapere sulla professione del fotografo e sui suoi progetti;
  • Workshop “Il valore dell’immagine dalla fotografia ai social media: immagine commerciale e artistica a confronto” – domenica 22 aprile ore 15. L’incontro interattivo sarà realizzato insieme a Marcella Fava e Alice Vacondio del Rainy Island Studio.

Ti aspettiamo! 😉

Rispondi